jenkins

[jenkins] Installare Jenkins e cambiare porta su ubuntu 12.04

Per avere una guida completa su come installare Jenkins su ubuntu 12.04 e successivamente cambiare anche la porta di default (8080) ad esempio alla (9999), è possibile seguire questa guida:

https://wiki.jenkins-ci.org/display/JENKINS/Installing+Jenkins+on+Ubuntu

Alla sezione “What does this package do?” è possibile trovare le istruzioni per cambiare la porta.

Annunci
Redmine

[redmine] installare scrumbler su redmine 1.4.x

Questo plugin permette di abilitare una visione scrum all’interno di redmine, non pensate a qualcosa di mega fighettoso come jira, ma comunque è un ottimo plugin che fà il suo dovere come dio comanda.

per installarlo (con redmine 1.4.x bitnami) bisogna eseguire i seguenti passi:

  • Scaricare il progetto da https://github.com/256MbTeam/Redmine-Scrumbler
  • salvare il contenuto all’interno della cartella {REDMINE_HOME}/vendor/plugins/ con il nome della cartella rinominato a redmine_scrumbler
  • eseguire il comando rake db:migrate:plugin NAME=redmine_scrumbler  all’interno della cartella {REDMINE_HOME}/apps/redmine, dov’è presente il file Rakefile


Eseguita tutta la procedura di installazione bisogna eseguire il seguente comando

  • rake db:migrate:plugin NAME=redmine_scrumbler RAILS_ENV=production
  • rake db:migrate:plugins RAILS_ENV=production

 

Redmine, Ubuntu, xubuntu

[redmine] Configurazione rake su xubuntu 12.04

Partendo da una installazione di redmine 1.4.x presa da bitnami.org con l’autoinstallante.

Per poter installare alcuni plugins su redmine (per esempio scrumbler) è necessario eseguire il comando RAKE purtroppo con una installazione ex-novo di xubuntu di 12.04 questo non è cosi semplice ed immediato.

Per riuscire a eseguirlo ho dovuto seguire i seguenti passi, che spero possano esservi utili per evitare una grande perdita di tempo, per non parlare dei mal di testa.

Prendendo come esempio l’installazione del plugin scrumbler

  • Eseguire il comando rake db:migrate:plugin NAME=redmine_scrumbler all’interno della cartella {REDMINE_HOME}/apps/redmine
  • Si scoprirà che il comando rake non è installato, è necessario installarlo con il comando:
    > sudo apt-get install rake
  • > sudo gem install bundler
  • > sudo apt-get install libmysqlclient-dev ruby-dev
  • > sudo apt-get install librmagick-ruby
  • > sudo apt-get install graphicsmagick-libmagick-dev-compat
  • > sudo apt-get install imagemagick libmagickwand-dev
  • > bundle install –without development test postgresql sqlite
    [Questo comando esegue l’installazione delle varie gem necessarie escludendo dall’installazione tutto ciò che segue la parola chiave –without, in questo caso escludiamo postgresql e sqlite, visto che utilizziamo Mysql]

Dopo l’ultimo comando a meno di problemi intermedi, il comando rake dovrebbe essere disponibile. Da adesso in poi sarà possibile utilizzare il comando rake per installare il plugin.

Qui di seguito la guida per installare scrumbler

Git

[Git] I migliori hosting git…secondo me

Uno dei grandi problemi quando si comincia a cercare un hosting git e dovuto dal fatto che esistono tantissime offerte, e non sempre è semplice scegliere.

Perciò qui lascio una lista che può servire soprattutto per avere una mezza idea su cosa offre il mercato.

Nel caso di voglia creare un nuovo progetto git senza spendere soldi, sicuramente l’offerta è vastissima ma i miei preferiti sono:

  • GitHub https://github.com/: non penso che ci sia bisogno di presentazioni
    [Gratuitamente offre soltanto hosting di progetti pubblici] ;
  • BitBuket https://bitbucket.org/: tool dell’atlassian la stessa di Jira, che permette di hostare progetti sia in git che in mercurial.
    [Permette l’hosting di progetti sia pubblici che privati, quest’ultima è una chicca non indifferenti se non si vuole per forza mostrare il proprio codice al mondo intero]  ;
  • Assembla https://www.assembla.com/: Hosting di Subversion e Git
    [Offre 1GB di spazio gratuito e la creazione di progetti sia pubblici che privati];
  • XP Dev http://xp-dev.com/: permette l’hosting di Subversion, Git e Mercurial.
    [Permette la creazione di progetti sia pubblici che privati, anche se con spazio limitato solo 200MB];

Tutti  i siti citati sopra offrono in generale un Wiki, un Bug Tracker e un tool per la revisione dei commit.

Mentre quando ci spostiamo nella ricerca di hosting Git privato/aziendale, il ventaglio di scelte diminuisce e bisogna stare attenti al rapporto qualità/prezzo.

Ecco la lista di quelli che reputo i migliori:

  • XP-Dev;
  • Git Enterprise;
  • Bitbucket;
  • Assembla;
  • beanstalkapp;
  • GitHub.
Ecco inoltre una slide gdocs per avere una visione d’insieme anche da un punto di vista dell’interfaccia utente per farsi un’idea.
Come detto prima la mia lista è solo indicativa infatti è possibile che le condizioni d’uso, le offerte o i prezzi cambino.
Eclipse

[Eclipse] i miei plugins preferiti per eclipse

Qui di seguiti segnalero quelli che penso i migliori plugins per eclipse:

Utilità:

  • ExploreFS: abilità un’icona nel menu contestuale che permette di aprire all’istante una finestra di explorer, nel punto del progetto che si desira, molto utile quando si vogliono effettuare delle operazioni particolari direttamente sui file senza passare da eclipse (purtroppo deve essere installato manualmente e non tramite il marketplace);
    url: http://junginger.biz/eclipse/
  • Byte Code Visualizer: Permette di visionare il bite code delle classi, che altrimenti sarebbe offuscato, molto simile a JD Gui, che purtroppo non ha più un plugin per eclipse funzionante
    http://marketplace.eclipse.org/content/bytecode-visualizer#.UNHiim_8L4M
  • JREBEL: Permette di effettuare una compilazione run-time delle classi java, ed avere il risultato delle proprie modifiche direttamente senza dover riavviare il server